Il problema dei cheats è una cosa risaputa nel mondo videoludico. Lo sanno bene quelli di PUBG Corp e anche Epic Games. Proprio per questo gli sviluppatori stanno facendo una vera e propria guerra a chi usa trucchi, ma anche a chi li vende. Fortnite è uno dei giochi più sicuri, gli sviluppatori ci tengono particolarmente a tenere il gioco pulito e prendono continuamente provvedimenti contro i giocatori che truccano. In queste ore è balzato alla cronaca lo scandalo di due Youtuber.

Epic Games ha citato in giudizio due Youtuber, Brandon Lucas (“Golden Modz”) e Colton Conter (“Excenter”). Questi due ragazzi avevano dei canali a tema Fortnite, come parecchi loro colleghi. Il problema è che a differenza degli altri Youtuber hanno avuto anche la brillante idea di mostrare l’uso di trucchi su Fortnite, e venderli sul loro sito.
Epic Games ha chiesto a Youtube di rimuovere tutti i video che mostravano l’utilizzo dei cheat e reindirizzavano al sito di vendita degli stessi. Dopo sono partite anche le denunce ai due che ora dovranno rispondere di violazione del Digital Millennium Copyright Act e altri reati relativi a questo genere di violazioni.

Gli sviluppatori hanno usato questo caso per far capire alcune cose ai furbi che utilizzano dei cheats sul loro titolo. Brandon Lucas e Colton Conter si sono dichiarati innocenti.

Seguici anche su Instagram @battleroyaleitalia.