Lo stream sniping, ovvero la pratica di spiare uno streamer per prevedere le sue mosse, sta causando non pochi problemi ai pro di Fortnite.

Tyler “Ninja” Blevins pensa cheEpic Games dovrebbe impegnarsi nel combattere il fenomeno. Gli streamer sono molto importanti per il successo del gioco, come dimostrato dal lancio di Apex Legends: i giocatori non pensano più con la propria testa, ma tendono ad emulare streamers e Youtubers.

“I content creator rendono celebre un gioco, ragazzi. Prendete come esempio Apex Legends. È un titolo gratuito, EA ha pagato alcuni creatori per farli giocare ed è esploso. Ha ottenuto 90 milioni di giocatori in un mese… è fantastico!”. Lo stesso Ninja pare abbia ricevuto 1 milione di dollari per la pubblicità al gioco.

Ninja ha avvertito che i content creators potrebbero abbandonare Fortnite e, di conseguenza, segnarne la fine, esattamente come successo ad H1Z1. “Lo stream sniping era così fuori controllo in H1Z1 che ho smesso di giocarci”.