PUBG Mobile: la Cina ha costretto Tencent a chiuderlo

Un’altra nazione proibisce PUBG Mobile: la Cina. Un duro colpo per Tencent, che perderà il mercato più redditizio per il titolo. PUBG Mobile è in vetta ai titoli più scaricati dall’App Store cinese ed ha fino a 70 milioni di giocatori attivi al giorno.

I titoli mobile stanno avendo vita dura in Cina, in particolare i free-to-play con sistemi di monetizzazione, il governo legale li considera gioco d’azzardo. La motivazione del gioco potrebbe essere anche politica, dato che il governo cinese sta bloccando parecchi titoli provenienti dalla Corea del Sud, dove ha base PUBG Corp.

Per sostituire PUBG Mobile, Tencent metterà in commercio un altro battle royale che ha ottenuto l’autorizzazione dal governo e si chiama Game for Peace, ovvero un PUBG con meno sangue e con un sistema di monetizzazione in linea con le indicazioni governative.